La danza macabra dei Killing Joke a Cagliari

L’occasione è:

Venerdì 13 Luglio all’Arena sul Mare di Cagliari

per i Killing Joke, gruppo storico di travolgente intensità che avrà come gruppo spalla i nostrani Teatro degli Orrori.

I Killing Joke nascono a Londra nel 1979 da un’idea di Jaz Coleman e Geordie Walzer e si muovono accanto a gruppi come Joy Division, Siouxsie and The Banshees, Buzzcocks, Sex Pistols e Ramones.

I Killing Joke contaminano un po’ tutto: il punk, la new wave, le atmosfere dark e le ballare pop per poi risputarlo fuori in maniera potente e originale.

Il primo album è del 1980, dentro c’è Wardance una danza ipnotica, declamata e urlata.

E poi Requiem, Tomorrow’s world, The wait.

Chitarre distorte, voce aliena e basso martellante.

Dal 1980 ad oggi questa la loro discografia dei Killing Joke, fra alti e bassi:

1981 – What’s this for…!
1982 – Revelations
1983 – Fire Dances
1985 – Night Time
1986 – Brighter than a thousand suns
1988 – Outside the Gate
1989 – The Courtauld Talks
1990 – Extremities, Dirt & Various Repressed Emotions
1994 – Pandemonium
1996 – Democracy
2003 – Killing Joke
2006 – Hosannas from the basements of Hell
2010 – Absolute dissent
2012 – MMXII

I Killing Joke sono una pietra miliare del rock che ha influenzato gruppi come Ministry,  Nine Inch Nails e Therapy tanto per citarne soltanto alcuni.

Piero Scaruffi scrive di loro:

Il rock apocalittico dei Killing Joke può essere visto come il punto d’incontro fra due tradizioni, quello del futurismo britannico, che veniva dalle gelide piece degli Ultravox, e quello della new wave americana, che veniva dalle grottesche pantomime dei Pere Ubu. Si trattò in effetti di una sintesi di portata storica, che avrebbe stravolto per sempre il significato di canzone rock (chitarra dissonante, elettronica distorta, canto psicotico).

Ho ascoltato il loro nuovo album MMXII e non hanno perso lo smalto, la potenza e la capacità di coinvolgere.

Il teschio fra le fabbriche automatizzate e le lande desolate.

Noi poveri umani, cyborg di quest’epoca.

Un album fuori dal tempo, con echi anni 80 e 90 che ruggiscono ma non mordono.

 

La loro danza macabra è sempre vibrante, ci vediamo il 13 luglio..

 

Il Disobbediente1 – © 24.06.2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...