Midway, un mare di rifiuti


La denuncia di Chris Jordan  attraverso i (capo)lavori.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per La grande onda di Hokusai l’artista ha utilizzato 2 milioni e 400 mila pezzi di plastica recuperati dall’oceno.

50.000 accendini abbandonati dalle maree sulle spiagge sono serviti invece per riprodurre la celebre Notte stellata di Van Gogh.

Che fine fanno i rifiuti di plastica abbandonati sulle spiagge o in giro per il mondo? A spiegarcelo, il trailer del film-documentario di Chris Jordan che prende il nome dall’isola dell’Oceano Pacifico “Midway“, nel cuore del vortice della più grande discarica di tutto il mondo.

Un gioco di correnti spinge a Midway, tutto ciò che viene abbandonato in mare.  Agenti atmosferici e mare trasformano i pezzi di plastica in “lacrime di Sirena” (nome dato dagli scienziati alle biglie di plastica che inquinano il nostro ecosistema),che diventa così cibo “ideale” per gli Albatros che sorvolano quelle acque.

I fotogrammi di questo trailer, definito dallo stello autore bello e terribile, ci inchiodano alle nostre responsabilità!

Per non ricorrere a sponsor il progetto è autofinanziato, è possibile fare un “piccolo investimento” per un futuro consapevole, aiutando Chris Jordan nel suo lavoro. “Midway” su Kickstarter

Il Disobbediente2 – © 27.06.2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...