Quelle strane scie bianche nel cielo

Unica certezza non sapere, unica paura non conoscere.

La vedi nel cielo quell’alta pressione, la senti una strana stagione?

L’ “inseminazione del cielo” è antica pratica che risale al luglio del 1943, quando, gli aerei inglesi, sganciarono nel cielo di Amburgo grandi quantità di strisce di alluminio per confondere i radar tedeschi (a causa della riflessione degli impulsi elettrici), con il risultato che la città venne bombardata con pochissime perdite inglesi.

Le strane scie bianche sarebbero il risultato di inseminazione atmosferica con alluminio e bario; le finalità di queste contaminazioni non sono certe e le ipotesi interpretative variano da finalità civili a militari.

La finalità civile consiste nella modifica del tempo/controllo del “clima”. Nel 1946 tecnici della General Electric Corporation sganciarono da un aereo – su un banco di altocumuli – del ghiaccio secco triturato provocando dei “buchi nelle nuvole”, le goccioline liquide si trasformarono in cristalli di ghiaccio precipitando poi come fiocchi di neve (lo stesso effetto si poteva produrre seminando le nubi di ioduro d’argento).

Eisenhower finanziò un programma per la modificazione del tempo meteorologico, esperimenti in tal senso sono stati condotti per combattere la nebbia negli aeroporti.

Sulla finalità militare la congettura è la seguente: bario e alluminio cosparsi nell’atmosfera reagiscono con i raggi ultravioletti; si genera uno stato di plasma che a sua volta reagirebbe sia con onde elettromagnetiche (irradiate da HAARP), sia con il sistema GWEN (ground wave emergency network), infine con installazioni laser posizionate nelle orbite spaziali. Il bario rende il plasma più denso rispetto al rialzo termico di una definita zona della stratosfera, l’ipotesi quindi è la realizzazione di armi di raggi al plasma.

Esemplificando nell’obbligatorio condizionale: parrebbe un tentativo di utilizzare come fonti di energia i radar del sistema GWEN, le stazioni HAARP e i laser sistemati nello spazio; Il mezzo di trasmissione sono le scie chimiche che innescano, irrorate, la reazione elettromagnetica.

L’indotto che sviluppa tali sperimentazioni, per logica, potrebbe essere facilitato in aree interdette alla popolazione civile, dove la logistica di istallazioni militari è predominante.

Per tacitare a priori le accuse di complottismi esoterici, si è d’accordo sulla necessità di avere più dati di analisi sollecitando l’informazione da fonti governative (difficile da ottenere con questa Res Pubblica, dove un Procuratore come Fiordalisi viene abbandonato dalla stessa Istituzione http://mediterranews.org/2012/06/poligoni-militari-si-apre-il-processo-a-luglio-prossima-seduta-non-lasciare-solo-fiordalisi/ )

 

Lello Corti – © 02.07.2012

Annunci

4 thoughts on “Quelle strane scie bianche nel cielo

  1. Dalla foto si può desumere che l’aereo sia attrezzato per “seminare” il cielo. domanda: perché TUTTI gli aerei che solcano il cielo lasciano “scie chimiche”? TUTTI gli aerei che vediamo sono attrezzati così? altra domanda se si tratta di un progetto segreto perché non attuarlo con voli solo notturni? le “scie” sarebbero invisibili ai più…..

  2. Non TUTTI gli aerei rilasciano le scie chimiche descritte nell’articolo, ma attualmente il traffico di tankers chimici è costante ad ogni ora del giorno. Esistono anche le cosiddette “scie di condensa”, evento relativamente raro che si manifesta solo se sono soddisfatte determinate condizioni di pressione e temperatura. I voli non sono solo notturni probabilmete perchè lo strato di plasma ha bisogno di continue irrorazioni per essere mantenuto ma non solo:le irrorazioni chimiche potrebbero avere anche lo scopo di ridurre l’intensità della luce solare o anche, in un progetto di modificazione e controllo del clima, quello di dissolvere o alimentare fronti nuvolosi ( fenomeno del cloud-seeding).. Questi sono solo alcuni spunti. Si trova molto materiale in rete che è possibile consultare. Ad esempio http://www.tankerenemy.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...