La gogna mediatica: Alessio De Giorgi, il candidato pedofilo..

 

La foto di Alessio sta facendo il giro del web, soprattutto sul social network Facebook.

Alcuni dati..

Sulla pagina Non chiamateli politici ma criminali (http://www.facebook.com/NonChiamateliPoliticiMaCriminali?group_id=0) 18.153 condivisioni.

Dal profilo personale di tal Kriskar Daminelli (http://www.facebook.com/kriskar.daminelli) 2.010 condivisioni.

La cantena di Sant’Antonio mediatica ha poi maglie che si allargano a dismisura, inutile scrivere che le condivisioni continuano all’infinito su pagine e profili personali.

La prima volta che ho visto la foto incrimanata mi son chiesto: chi è Alessio De Giorgi?

Ho semplicemente scritto Alessio De Giorgi sul motore di ricerca, scoprendo che..

La Repubblica (articolo del 16 gennaio 2013):

Alessio De Giorgi, direttore di Gay.it, rinuncia alla candidatura con la lista Monti. Sul suo sito è lo stesso De Giorgi a comunicare “la decisione sofferta di voler rinunciare alla candidatura al Senato nella lista unitaria ‘Con Monti per l’Italia’ in Toscana”. “Una decisione, questa – attacca – presa non senza molte difficoltà di coscienza, vista la denigratoria campagna mediatica portata avanti in questi giorni ai miei danni soprattutto da Libero e da altri giornali ed emittenti”.

Huffington Post (articolo del 16 gennaio 2013):

E’ stata ricordata una inchiesta giudiziaria che vede coinvolta la società che gestisce il locale Mamamia di Torre del Lago, di cui sono socio, che mi vede indagato per reati che non rientrano minimamente nelle fattispecie previste dal D. Lgs. 235 del 2012 né che rendono incompatibile la mia candidatura all’interno della lista, regolata da un codice etico ben più restrittivo del succitato decreto. Infine, vergognosamente si è utilizzata una vicenda di cui sempre la società del Mamamia è stata vittima anni fa, a causa di un hackeraggio da parte di ignoti che sul forum del suo sito internet avevano postato materiale pedopornografico con una palese nostra estraneità al tutto.

Redazione di DeeGay.it (articolo del 7 febbraio 2012):

In relazione alla conferenza stampa che si è tenuta questa mattina a proposito del sequestro del sito del Mamamia, Alessio De Giorgi, socio e amministratore del famoso locale gay di Torre del Lago, dichiara:
“Nel forum ospitato sul sito www.mamamia.tv la polizia ha trovato materiale pedopornografico. Si trattava di immagini molto esplicite che avevano per oggetto alcune bambine. È chiaro che il Mamamia è totalmente estraneo ai fatti e naturalmente condanniamo in maniera decisa quanto è accaduto. Come locale più frequentato di Torre del Lago, anzi, abbiamo da sempre sentito una responsabilità che ci ha spinto ad intraprendere iniziative a favore dell’infanzia, come la promozione delle adozioni a distanza, e l’impegno per migliorare il rapporto tra genitori e figli”.
“La direzione e i tecnici si sono subito messi a collaborare con la Polizia Postale affinché le indagini portino presto ad una soluzione del caso individuando i responsabili in un processo nel quale, se possibile, ci costuitermeo parte civile”. “Evidentemente – conclude De Giorgi – qualcuno ha voluto tirarci un brutto scherzo postando materiale illegale su una parte del sito che specie di inverno, quando il locale è nella sua bassissima stagione, non viene monitorato quotidianemante”.
In attesa che il magistrato provveda al dissequestro del sito, siamo comunque tornati online con una copia del sito precedente alla vicenda su www.mamamiadisco.it, dal quale, per ovvie ragioni, è stato totalmente eliminato il forum.

Ci sarebbe anche l’articolo pubblicato da Dagospia (http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/contestualizzami-tutta-il-frocio-montiano-alessio-de-giorgi-pizzicato-a-ciuccare-tette-finte-a-49276.htm) dove il nostro viene apostrofato così:

Il frocio Montiano pizzicato a ciucciare tette finte ad una drag queen

(no comment, ndr)

Molto semplici le conclusioni:

Alessio De Giorgi non è candidato per la Lista Monti al Senato e non è proprietario di un sito sequestrato per pedopornografia.

Un altrettanto semplice consiglio: prima di condividere una foto, una notizia.. sarebbe necessario informarsi, almeno un minimo..

Io non mi vergogno di Alessio De Giorgi, mi vergogno più di appartenere ad un popolo di pecoroni..

Il Disobbediente1 – © 28.01.2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...